Ricerca: contributo di 20 mln di euro al progetto “Laboratorio multidisciplinare sul Mare – IDMAR” (Azione 1.5.1 del PO FESR 2014/20)

Con DDG n. 1161 del 26/07/2018 il Dipartimento delle Attività Produttive, nell’ambito del PO FESR 2014/2020 – Asse Prioritario 1 – Ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione – Azione 1.5.1 “Sostegno alle infrastrutture della ricerca considerate strategiche per i sistemi regionali ai fini dell’attuazione della S3”, ha concesso un contributo provvisorio di 20 milioni di euro per la realizzazione del progetto “Laboratorio multidisciplinare sul Mare – IDMAR”, al partenariato composto da:

  • Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), capofila;
  • Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV);
  • Centro Nazionale delle Ricerche – Istituto per l’Ambiente Marino Costiero (CNR-IAMC).

Il progetto IDMAR, coordinato dai Laboratori Nazionali del Sud (LNS) dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), prevede la realizzazione di un laboratorio multidisciplinare distribuito sul mare attraverso il potenziamento delle infrastrutture di ricerca esistenti in Sicilia a terra e a mare di proprietà dell’INFN e degli altri due enti partner (INGV e CNR). In particolare per l’INFN il progetto prevede principalmente la fase di potenziamento del laboratorio di terra di Portopalo di Capo Passero (SR), l’installazione di un nuovo cavo elettro-ottico, la realizzazione della rete di fondo al largo di Portopalo e il potenziamento della stazione di terra realizzata al Porto di Catania.

IDMAR è un’Infrastruttura di ricerca distribuita sul mare. L’iniziativa rientra tra le Infrastrutture di Ricerca ritenute prioritarie dal Piano Nazionale delle Infrastrutture di Ricerca (PNIR) predisposto dal MIUR, la cui coerenza con Il PO FESR Sicilia 2014/2020 è stata confermata con il DDG 25 del 16/01/2018 del Dipartimento delle Attività Produttive (Servizio 5 – “Innovazione tecnologica e politiche per lo sviluppo economico”). Le altre due iniziative previste sono:

  • “Materials and Processes Beyond the Nanoscale: Upgrade for High Performance Microelectronics” (CNR);
  • “GMP Facility, Laboratori di Ricerca e Servizi Diagnostici e Terapeutici” dell‘Istituto Mediterraneo per i Trapianti e le Terapie ad Alta Specializzazione (ISMETT).

Il Piano Nazionale delle Infrastrutture di Ricerca (PNIR) integra il Programma Nazionale per la Ricerca (PNR) che prevede un investimento sulle Infrastrutture di Ricerca (IR) riconosciute come strumento principale con cui sostenere ulteriormente la ricerca di base.

Contenuti Collegati


Manzella Salvatore

Attività Produttive Dirigente Servizio 5.S "Innovazione tecnologica e politiche per lo sviluppo economico"
Informazioni Utili
CUP: G66J17000360007