Aree interne, oltre 31 milioni per i comuni della Val Simeto

Aree interne, oltre 31 milioni per i comuni della Val Simeto - 405 px Oltre 31 milioni di euro per l’Area interna della Val Simeto. La Giunta regionale ha approvato nei giorni scorsi lo schema di Accordo di Programma Quadro (APQ) che riguarda i Comuni di Adrano e Biancavilla, nel Catanese, e di Centuripe, in provincia di Enna, per offrire ai cittadini una servizi di base previsti dalla Strategia nazionale delle Aree Interne (SNAI).

L’Accordo darà attuazione alla Strategia dell’Area interna sperimentale “Val Simeto: Liberare radici per generare cultura, approvata dal governo regionale nel luglio scorso, che prevede l’erogazione da parte dei comuni coinvolti di nuovi servizi relativi ai settori della salute, dell’accessibilità, dell’istruzione, e di interventi di sviluppo locale negli ambiti dell’energia, della tutela del territorio, dello sviluppo rurale e dell’artigianato.

Le risorse previste ammontano a 31 milioni e 814 mila euro, di cui 26 milioni e 343 mila euro provenienti dal PO FESR Sicilia 2014/2020, 3 milioni e 700 mila dal bilancio dello Stato (Legge di Stabilità 2014), 1 milione e 311 mila dal PO FSE Sicilia 2014/2020 e 460 mila euro dal PSR Sicilia 2014/2020.

Il percorso che ha portato all’elaborazione dell’Accordo di Programma di Quadro ha visto un’attività di coprogettazione congiunta tra i Comuni interessati, il  Comitato tecnico nazionale delle Aree Interne e l’Amministrazione regionale.

Il prossimo step sarà il perfezionamento e la sottoscrizione dell’APQ, che coinvolgerà il Dipartimento Programmazione (assieme agli altri Dipartimenti regionali interessati), l’Agenzia nazionale per la Coesione Territoriale, le altre amministrazioni nazionali competenti e il Comune di Adrano (capofila dell’Area interna). Siglata l’intesa, si potranno quindi avviare gli interventi previsti per lo sviluppo del territorio.

Oltre alla Val Simeto, il PO FESR Sicilia individua altre quattro aree interne: quella delle Madonie, per la quale è stato già sottoscritto l’Accordo di programma quadro, quelle dei Nebrodi e delle Terre Sicane, per le quali è in corso la definizione delle Strategie d’Area, propedeutica all’approvazione degli APQ, e quella del Calatino, giunta alla fase di assestamento definitivo dei contenuti del preliminare di strategia.

Per le Aree interne, complessivamente, il PO FESR Sicilia stanzia 155 milioni di euro, di cui 86 milioni per il digital divide, l’accessibilità, la salute e l’istruzione (Assi II, VII, IX e X del Programma Operativo) e 69 milioni per la tutela del territorio, la valorizzazione delle risorse naturali/culturali e del turismo sostenibile, i sistemi agroalimentari e lo sviluppo locale, il risparmio energetico e le filiere locali di energia rinnovabile, e l’artigianato (Assi I, IV, V e VI). Per ciascuna Area sono previsti circa 31 milioni di euro provenienti dal PO FESR, più altre risorse a valere su altre fonti di finanziamento.

Contenuti Collegati


Reyes Rossella

Dipartimento Programmazione - Area 8 Dirigente UOB 1 "Sviluppo territoriale"