PNRR: bando dell’Agenzia di Coesione per la valorizzazione economica e sociale dei beni confiscati alle mafie

PNRR: bando dell'Agenzia di Coesione per la valorizzazione economica e sociale dei beni confiscati alle mafie - 405 pxL’Agenzia per la Coesione Territoriale ha pubblicato sul proprio sito istituzionale l’Avviso dedicato alla valorizzazione economica e sociale dei beni confiscati alle mafie che rientra tra gli interventi descritti nel PNRR nell’ambito della Missione 5 – Inclusione e coesione, Componente 3 – Interventi speciali per la coesione  territoriale, Investimento 2 – Valorizzazione dei beni confiscati alle mafie.

L’Avviso dispone di una dotazione finanziaria di 250 milioni di euro per la realizzazione di  progetti nelle otto Regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia). Ulteriori 50 milioni di euro serviranno ad individuare, attraverso una concertazione tra vari attori, altri progetti che, per caratteristiche proprie, richiedano l’intervento di più soggetti istituzionalmente competenti.

Le domande vanno inviate entro le ore 12 del 24 gennaio 2022.

I soggetti attuatori sono: “I soggetti pubblici o privati che provvedono alla realizzazione degli interventi previsti dal PNRR”. Comuni, Province, Città metropolitane, Regioni localizzate nell’area Mezzogiorno ovvero loro raggruppamenti identificati come centrali di committenza riconosciute ovvero altre centrali di committenza riconosciute responsabili dell’avvio, dell’attuazione e della funzionalità del progetto finanziato. Regioni, Province, Città metropolitane, Comuni, o loro consorzi/associazioni, localizzati nell’area Mezzogiorno che presentano la candidatura di un progetto di valorizzazione.

Tutta la documentazione e la modulistica sono disponibili sul sito dell’Agenzia per la Coesione territoriale.

AVVISO (17/01/2022): L’Avviso è stato prorogato al 28 febbraio 2022.

 

Contenuti Collegati


Lombardo Silvio

Funzionario direttivo