PO FESR 2014/2020 – Azione 9.3.2 “Aiuti per sostenere gli investimenti nelle strutture di servizi socio-educativi per la prima infanzia” – Avviso pubblico – Seconda finestra

Il Dipartimento Famiglia e Politiche Sociali, con DDG n. 2201 del 07/11/2018, in attuazione di quanto previsto dall’art. 1, paragrafo 1.2, comma 3 dellAvviso relativo all’Azione 9.3.2 “Aiuti per sostenere gli investimenti nelle strutture di servizi socio-educativi per la prima infanzia”, approvato con DDG. n. 50 del 11/01/2018, (Po Fesr 2014/20, asse 9, Obiettivo Tematico 9, priorità d’investimento 9.a, Obiettivo specifico 9.3) ha aperto una seconda finestra per l’invio delle istanze, .

Le domande dovranno essere inoltrate in via telematica (PEC) entro le ore 13 del 90° giorno successivo alla pubblicazione sulla GURS del Decreto, all’indirizzo dipartimento.famiglia@certmail.regione.sicilia.it.

I documenti previsti dalle lett. da g) a j) del comma 1 del paragrafo 4.4 dell’Avviso dovranno pervenire su supporto informatico (CD/DVD) a messo raccomandata A/R o brevi manu entro 7 giorni dal termine di presentazione delle istanze.

Alla seconda finestra è destinata una dotazione finanziaria 15.618.183,35 euro, integrabili con le risorse che si renderanno disponibili in seguito all’approvazione della graduatoria definitiva delle istanze presentate per la prima finestra. Il costo totale ammissibile del progetto presentato non deve essere inferiore a 100.000,00 euro.

L’Avviso è rivolto a Organizzazioni del Terzo Settore No Profit che svolgono attività in favore di minori.

L’obiettivo è agevolare la realizzazione, da parte di soggetti del Terzo Settore No Profit, di progetti di investimento relativi all’adeguamento, rifunzionalizzazione e ristrutturazione di edifici per l’erogazione di servizi socio-educativi per la prima infanzia (bambine e bambini 0-3 anni) nell’ottica di garantire un’offerta qualificata e differenziata e un sistema di servizi integrato con le amministrazioni locali.

L’Avviso mira alla realizzazione nel territorio regionale siciliano di una rete di strutture del privato sociale qualificate, a cui le amministrazioni comunali potranno fare riferimento per l’assorbimento delle liste di attesa, per contribuire a migliorare l’equilibrio tra vita privata e lavorativa e a incentivare la partecipazione delle donne al mercato del lavoro.

Contenuti Collegati

Scarica Allegati Collegati

Icon

Allegati Avviso Azione 9.3.2 562.83 KB 1066 downloads


Dott.ssa

Pecoraro Cristina

Dirigente responsabile