Nucleo regionale di valutazione e verifica degli investimenti pubblici

Scarica Allegati

Contenuti collegati

Il Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici (NVVIP) è una struttura tecnica di supporto alle attività di programmazione e di valutazione svolte istituzionalmente dalla Pubblica Amministrazione e opera con compiti e ruoli definiti da normative statali e regionali.

Il funzionamento del Nucleo di valutazione è finanziato in via diretta e prevalente dallo Stato (Delibere annuali del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica – CIPE), nonché – in parte – dalle singole Amministrazioni presso cui operano gli esperti che lo compongono.

In particolare, la legge istitutiva dei Nuclei, la n. 144/1999 all’art. 1 – Costituzione di unità tecniche di supporto alla programmazione, alla valutazione e al monitoraggio degli investimenti pubblici stabilisce che “al fine di migliorare e dare maggiore qualità ed efficienza al processo di programmazione delle politiche di sviluppo, le amministrazioni centrali e regionali, …… istituiscono e rendono operativi, …………propri nuclei di valutazione e verifica degli investimenti pubblici che, in raccordo fra loro e con il Nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici del Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, garantiscono il supporto tecnico nelle fasi di programmazione, valutazione, attuazione e verifica di piani, programmi e politiche di intervento promossi e attuati da ogni singola amministrazione”.

In accordo con tale cornice normativa generale, il Nucleo di valutazione della Regione Siciliana è stato istituito con Decreto Assessoriale n. 120/D.R.P. del 3 maggio 2000 ed è stato collocato funzionalmente all’interno del Dipartimento Programmazione. Il cofinanziamento regionale, nel caso della Sicilia, avviene senza aggravio finanziario diretto per il bilancio, rendendo disponibili gli uffici e gli strumenti tecnici necessari allo svolgimento delle attività.

Attualmente, il NVVIP della Sicilia risulta composto da:

  • il Dirigente Generale del Dipartimento Programmazione, che ricopre il ruolo di Direttore del Nucleo;
  • dirigenti e funzionari del Dipartimento regionale della Programmazione;
  • 16 esperti esterni individuati a seguito di procedure di selezione di evidenza pubblica.

Le funzioni di raccordo operativo tra gli uffici dell’Amministrazione e il Nucleo sono svolte da un dirigente del Dipartimento Programmazione, con il supporto di una Segreteria tecnica.