Trasporti e Mobilità

La strategia che si intende attuare per il periodo 2007 – 2013, è quella di intervenire in modo sistematico sull’intero complesso delle infrastrutture (primarie e secondarie) in modo da assicurare il raggiungimento dell’obiettivo globale dell’Asse 1 che consiste nel “Realizzare un sistema di trasporto efficiente, integrato, flessibile, sicuro e sostenibile e assicurare servizi logistici e di trasporto funzionali allo sviluppo”.

La specificità geografica della Regione Siciliana rispetto al Mediterraneo ed all’Europa, nonché la sua insularità determinano, più che in altre aree del Paese, una stretta connessione tra sistema dei trasporti e sviluppo socio – economico. Le opportunità legate alla creazione dell’area di libero scambio nel bacino del Mediterraneo inducono, inoltre, a ritenere che la Sicilia potrebbe svolgere, nel prossimo futuro, un ruolo importante di piattaforma logistica per l’ottimizzazione dei flussi di scambio e movimentazione delle merci in tutta l’area del Mediterraneo.

Un’ulteriore prospettiva concreta è quella legata all’intensificazione degli scambi e dei flussi di mobilità all’interno delle città e tra le aree metropolitane e le rispettive cinture urbane e, più in generale, nelle interconnessioni tra aree urbane e rurali. La strategia complessiva dell’Asse si avvale, poi, del contributo decisivo che ci si attende dallo sviluppo della portualità regionale, come esplicitato nel documento strategico della Regione

In breve, La strategia complessiva dell’Asse mira a definire, per il periodo di programmazione 2007-2013, coerentemente con gli Orientamenti Strategici Comunitari e con il Quadro Strategico Nazionale e, in particolare, con l’obiettivo generale 6.1 “Accelerare la realizzazione di un sistema di trasporto efficiente, integrato, flessibile, sicuro e sostenibile per assicurare servizi logistici e di trasporto funzionali allo sviluppo”, un sistema coordinato di azioni che permettano di recuperare un gap infrastrutturale storico, in particolare di tipo qualitativo, insieme alla capacità di gestione.

L’obiettivo globale dell’Asse viene, quindi, declinato in tre obiettivi specifici:

1.1 Completare, qualificare funzionalmente e potenziare la rete di trasporto ferroviaria e stradale, sia primaria che secondaria, al fine di migliorare l’accessibilità ed accrescere la competitività del territorio.

1.2 Accrescere la dotazione e la funzionalità dei nodi infrastrutturali in grado di favorire l’intermodalità e l’ottimale trasporto delle merci e delle persone, con particolare attenzione alla specificità insulare del territorio.

1.3 Migliorare le condizioni di circolazione di merci e persone, riducendo la mobilità con mezzo proprio nelle aree urbane, potenziando i sistemi di trasporto pubblico di massa e ottimizzando l’offerta di trasporto attraverso le reti immateriali.