Sviluppo urbano sostenibile

Quello dello sviluppo urbano sostenibile è il tema dell’Asse 6 il cui obiettivo generale è quello di “Promuovere lo sviluppo economico, la capacità attrattiva e innovativa delle città in un’ottica di sviluppo sostenibile e di integrazione sociale”.

Nella sua articolazione operativa, la strategia complessiva dell’Asse si rifà direttamente sia a quanto emerso dall’analisi di contesto sia alle lezioni apprese circa la scarsa efficacia della generica crescita di attrattività dei contesti urbani. Al fine di limitare la dispersione e la frammentazione degli investimenti e di aumentare la concentrazione ed il valore aggiunto territoriale, il primo obiettivo specifico agirà sulle maggiori aree urbane ed i medi centri, assumendo quindi come equivalente requisito di ammissibilità una soglia dimensionale superiore ai 30.000 abitanti, mentre per il secondo obiettivo specifico, rivolto anche a centri di minore dimensione, la coerenza alla strategia si riflette nella scelta attuativa della progettazione territoriale rinnovata. Tale articolazione operativa riflette quindi precise scelte sia di concentrazione che di integrazione, conseguenti al ruolo ed al peso che i sistemi urbani assumono nella strategia regionale, tendente a incentivarne e valorizzarne la capacità di proiezione territoriale. Essa è coerente alla struttura degli obiettivi specifici del QSN, assumendo tuttavia alcune specificazioni derivanti dalla lettura del contesto regionale.

L’Asse, oltre la promozione della competitività dell’innovazione e l’erogazione di servizi di qualità, si propone anche di facilitare la creazione di nuove identità locali e di connetterle con i centri di rilevanza urbana attraverso interventi sulle aree marginali volti a facilitare i processi di trasformazione legati alle dinamiche dell’urbanizzazione, soprattutto con riferimento agli aspetti sociali.

L’obiettivo di elevare la qualità della vita e di rafforzare le relazioni di cittadinanza viene inquadrato in una logica di inclusione e, quindi, con interventi multidimensionali. Viene inoltre favorita la nascita e lo sviluppo di nuove polarità urbane, integrando e finalizzando interventi di qualificazione e funzionalizzazione degli spazi urbani, anche in attuazione di strumenti di pianificazione, sia settoriale che territoriale, di carattere innovativo.

Gli obiettivi specifici legati ai temi dello sviluppo urbano sostenibile i seguenti:

6.1 Potenziare i servizi urbani nelle aree metropolitane e nei medi centri;

6.2 Creare nuove centralità e valorizzare le trasformazioni in atto , realizzando nuovi poli di sviluppo e servizio di rilevanza sovra-locale.